Bettona

BettonaBettona (Vettona in latino) è un comune di 4.392 abitanti situato sul confine nordorientale dei Monti Martani. Gli abitanti sono denominati bettonesi. È inserita tra i Borghi più belli d’Italia. Il patrono di Bettona è San Crispolto e si festeggia il 12 maggio.

Storia
Bettona ha antiche origini etrusche, a testimonianza di ciò sono le imponenti mura che la circondano, tanto è vero che la sua fondazione viene datata fra l’VIII e il VII secolo a.C. Al tempo in cui l’Umbria cadde sotto il controllo romano, Bettona divenne municipio ed entrò a far parte delle colonie Clusturmina e Lemonia. Nella guerra tra Augusto e Marcantonio, la città si schierò al fianco di quest’ultimo, riportando una grave sconfitta. Con l’avvento del Cristianesimo, Bettona, situata lungo la via Amerina, che comunicava con il Nord, venne evangelizzata dal pastore S. Crispolto. Durante le invasioni barbariche, essa passò sotto il dominio bizantino ed in seguito al Ducato di Spoleto. Nel 1352 conquistata da Perugia, la città venne bruciata e demolita e, 157 notabili del posto vennero condotti prigionieri a Perugia e con essi il corpo di S. Crispolto. Nel 1367 il cardinale Egidio Albornoz ordinò che la città venisse ricostruita in una cerchia di mura più ristretta ma al tempo stesso più fortificata. Nel 1371 Bettona riebbe il corpo del suo Santo protettore e martire, poi passò sotto la Signoria dei Trinci di Foligno, dal 1389 al 1425, dopo di che fu concessa dal Papa ai Baglioni di Perugia. Dal 1648 Bettona tornò ad essere un possedimento dello Stato Pontificio fino all’unificazione nazionale.

Monumenti da visitare
– Al centro del paese si possono ammirare case trecentesche e cinquecentesche.
– Una cinta muraria medievale con porzioni di mura etrusche.
– La Pinacoteca Comunale nel Palazzetto del Podestà ospita due dipinti di Pietro Perugino, la Madonna della Pietà e Sant’ Antonio di Padova, così come altre opere di Iacopo Siculo, Dono Doni, Fiorenzo di Lorenzo e Della Robbia oltre a materiale archeologico e ceramiche.
– La chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore, situata nel centro storico, è la principale chiesa di Bettona. La cappella gotica, dedicata a Santa Rita, è l’unica parte restante dell’antica chiesa Romana, in seguito è stata restaurata e l’altare principale è opera di Cruciano Egiduzio, l’abside fu affrescata nel 1939 dal pittore futurista Gerardo Dottori, all’interno, sono conservati un confalone del Perugino e uno stendardo di Niccolò Alunno, che descrive la crocefissione e la pietà.
– La chiesa di San Crispolto eretta da monaci per conservare le spoglie del santo patrono, la cui facciata è di Antonio Stefanucci.
– L’Oratorio di Sant’Andrea, dove sono presenti alcuni affreschi della scuola di Giotto, datati 1394, che rappresentano la Passione di Cristo.

Tra le persone legate a Bettona ricordiamo:
– San Crispolto (III – IV secolo d.C.), vescovo e martire.
– Malatesta IV Baglioni (Perugia, 1491 – Bettona, 1531), condottiero.
– Giovanni Pennacchi (Bettona, 1811 – Perugia, 1883), patriota, letterato e politico.

Le festività e le manifestazioni nel comune di Bettona:
– Festa del Patrono S. Crispolto il 12 maggio 2015
– Infiorata e Processione del Corpus Domini il 10 giugno 2015
– Sagra dell’oca arrosto dal 1 al 5 agosto 2015
– Festa dell’Ospitalità nel mese di agosto 2015Sagra e Fiera della Madonna del Ponte il 8 settembre 2015
– Processione del Venerdì Santo il 25 marzo 2016

Commenti chiusi.