Gubbio: tra i sotterranei e i cunicoli di San Giovanni dove ancora aleggiano leggende ed esplorazioni

Gubbio-Piazza-San-GiovanniLa Gubbio sotterranea è animata di storie e leggende che arricchiscono l’immaginario collettivo sulle origini e sulla storia Eugubina. E gli eugubini ne sono orgogliosi! Inoltre, alcuni cunicoli sono conosciuti e praticati perché vi si accede dalle cantine, altri perché i ragazzi degli anni ’80 ci andavano a giocare Sui sotterranei di San Giovanni aleggiavano leggende e strane opinioni, alimentate da chi voleva tenere lontano i giovani da quegli anfratti ritenuti, a ragione, sporchi e malsani, e forse anche pericolosi. Non mancavano, invece, tentativi di visite e di perlustrazioni, tutti incompiuti, alcuni dei quali organizzati come vere e proprie esplorazioni, avventurose, armati di torcia e di tanta curiosità. Il presidente dell’associazione Quartiere San Giuliano, Francesco Pascolini, sull’apertura del vicolo sotterraneo tra via della Repubblica e Piazza S. Giovanni, rievoca alcuni ricordi, con emozione e solidarietà “alla fine degli anni ottanta del secolo scorso, pochi ma agguerriti volontari del Quartiere San Giuliano ottennero la concessione degli ex “diurni comunali” (cioè i bagni pubblici di via della Repubblica), per ricavarvi la sede sociale dell’Associazione, nessuno poteva immaginare le potenzialità di questi ambienti apparentemente inospitali. Nella fantasia di alcuni ragazzi, tuttavia, si fece ben presto spazio l’idea del recupero di altri ambienti e locali, attigui a quello principale, per lo più sconosciuti agli eugubini perché sperduti in tetri e squallidi sotterranei, alcuni dei quali quasi completamente interrati. Questi veri e propri cunicoli erano noti a quel gruppo di amici perché della Piazzetta di San Giovanni e vicoli limitrofi, avevano fatto la loro seconda casa. Insomma quei ragazzi di ieri, eravamo noi”. Nel novembre 2011 arriva l’atto della firma del comodato d’uso con cui il Comune ci assegnava questi locali; l’intenzione era proprio quella di restaurare quei luoghi. Una fiducia confermata dal Sindaco Filippo Mario Stirati al quale si deve il rilancio del rapporto di collaborazione tra Amministrazione e cittadinanza, per la salvaguardia, la tutela, la cura e la promozione della nostra Città. Il 24 luglio, alle ore 18,30 verranno restituiti alla comunità questi spazi sotterranei: il “Vicolo della gora di San Giovanni”, restaurati e riqualificati grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, al progetto dell’amico architetto Paolo Capacciola e alle maestranze dell’Impresa Edile Eugubina. Tutti loro hanno compreso non solo l’aspetto tecnico dell’ambizioso e un po’ singolare progetto, ma soprattutto il senso e lo spirito del recupero di un luogo ameno, nascosto, sepolto nel ventre di Gubbio, carico di storia, di vita. La cerimonia si terrà in via della Repubblica, sono previsti gli interventi del Sindaco Filippo Mario Stirati, del Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e dell’Associazione Quartiere San Giuliano. Al termine della visita brindisi augurale presso Piazza San Giovanni. Da oggi Gubbio e gli eugubini hanno ritrovato un po’ della loro storia.

Commenti chiusi.