A teatro “La pazza della porta accanto” Una grande interpretazione di Anna Foglietta

La-pazza-della-porta-accantoPERUGIA – Con la regia di Alessandro Gassmann, un’emozionante testo di Claudio Fava per raccontare l’appassionante storia d’amore tra Alda Merini, una donna dal carattere malinconico e un giovane, paziente dell’ospedale psichiatrico in cui la donna era ricoverata. Sempre di Alessandro Gassmann l’ideazione scenica, realizzata con la collaborazione di Alessandro Chiti. Accanto ad Anna Foglietta, un ampio cast con Angelo Tosto, Alessandra Costanzo, Sabrina Knaflitz, Liborio Natali, Olga Rossi, Cecilia Di Giuli, Stefania Ugomari Di Blas, Giorgia Boscarino, Gaia Lo Vecchio. Anna Foglietta da voce e volto alla “poetessa dei navigli” e ai suoi versi, calandosi nei panni della giovane che vive un grande conflitto con un mondo che non la comprende e di cui non accetta le etichettature. “La poetessa dei navigli” amava la vita e amava l’amore. Questa rappresentazione vuole essere un omaggio alla figura di una donna straordinaria dal punto di vista artistico ed umano, ai suoi versi dalla forte componente mistica. Oltre a ciò, il testo vuole anche essere una denuncia civile contro i trattamenti subiti da chi, proprio come Alda Merini, ha conosciuto la discesa agli inferi nei manicomi prima della Riforma Basaglia del 1978. Erano gli anni in cui la parola “depressione” non si conosceva e chi soffriva di questa malattia veniva definito pazzo, gli anni in cui negli ospedali psichiatrici praticavano l’elettroshock e i bagni nell’acqua gelata. In questo contesto la protagonista si trova a condividere le giornate con le altre malate alle quali offre i suoi versi, ed è il luogo dove nasce una grande storia d’amore fra lei e un giovane paziente. Nella rappresentazione si vuole anche evidenziare una Alda Merini e il suo rapporto con i compagni di degenza, la nostalgia per la famiglia e le figlie, il suo senso profondo della maternità, la sua fede religiosa, la capacità di resistere alla cattività forzata del manicomio, l’aspirazione profonda alla libertà del corpo e della mente.

Le date

TODI – Teatro Comunale – domenica 19 febbraio – ore 21:00
FOLIGNO – Politeama Clarici – sabato 25 febbraio – ore 21:00
CITTÀ DI CASTELLO – Teatro degli Illuminati – domenica 26 febbraio – ore 21:00

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *