L’Umbria delle cantine aperte Un viaggio alla scoperta dei mille volti del vino in Umbria

Sono tanti gli amanti del vino, il popolo dei Wine Lovers. E sono tante le cantine che in due giorni ospitaranno palati sopraffini, per regalare enoiche emozioni. Da nord a sud della regione, tante iniziative accompagnano le degustazioni e la scoperta di paesaggi e aree vinicole, ma anche di zone meno conosciute. Un pò complice la voglia di campagna, di sole ed aria aperta, ma sempre con l’eccellenza dei vini proposti. In tutta Italia sono 800 le cantine aperte che festeggiano i 25 anni del Movimento del Turismo del Vino; 59 cantine in Umbria, coprono l’intero territorio, dalle DOC, alle DOCG, dal Lago Trasimeno, alla zona di Montefalco, dai colli Perugini ad Assisi, scendendo verso Todi ed Orvieto, fino ad Amelia e Terni.

Tante cantine conosciute, con i loro vini da scoprire, o con quelli più blasonati; visite nel cuore della produzione, perché le cose buone, hanno bisogno di essere curate. Escursioni per conoscere quelli che sono i vini che caratterizzano i diversi territori e i vitigni che danno le migliori espressioni e sfumature: Grechetto, Trebbiano Spoletino tra i bianchi, ma anche Chardonnaise; Sagrantino, m anche Sangiovese, o Merlot, Ciliegiolo, tra i più classici rossi. Etichette conosciute, ma anche vini meno noti. Sfumature a volte che contraddistinguono territori, declinazioni, o annate, ma che diventano vere e proprie espressioni sensoriali che contraddistinguono le diverse produzioni.

Insomma, una vera e propria occasione da non perdere per un giro tra campagna e nuovi amici, per sperimentare e curiosare. Un patwork che mette insieme volti e vini, mani e sapienza, storie diverse da conoscere. Non solo vini, ma anche arte e appartenenza ad un territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *