Festa dei Barbari Con la Festa dei Barbari, il borgo di Castel Rigone fa un tuffo nel passato, rivivendo la storia della sua fondazione.

Festa-dei-BarbariPASSIGNANO SUL TRASIMENO (PG) – La storia ci narra che nel 543 d.C. i Goti guidati da Riggo (luogotenente di Totila l’Immortale) s’insediarono sul colle dove oggi è situato il paese, preparandosi all’assalto a Perugia.

Dal 3 al 6 agosto il paese sulle colline del Lago Trasimeno, ospita i guerrieri armati di Riggo che si affrontano in duelli e combattimenti, i fuocolieri che sfilano lungo le vie a suon di musica di cornamuse e tamburi, mentre nei vicoli il “Mastro d’Arme”, un abile fabbro esperto nell’arte bellica, il “Cordaiolo” e il “Battitore de Soldi” rievocano i mestieri del passato.

Più di cento figuranti in costume storico, guerrieri e scudieri armati, carri, animali, cavalieri e musici sfilano lungo le vie del borgo.

In piazza ogni sera, tra le luci delle torce è possibile degustare una cena tipica barbara, accompagnata dal buon vino offerto gratuitamente dai Mescitori Erranti.

Uno sguardo a Castel Rigone
Situato sulla collina che sovrasta il Lago Trasimeno, è un borgo medievale del 200. Sembra sia stato fondato dal barbaro “Riggo”, luogotenente di Totila l’immortale durante le invasioni del 543 d.C. e poi fortificato nel 1297 con la costruzione dell’attuale borgo. Dalla sua altezza di circa 700 metri si può ammirare il Lago e le vallate di Mantignana o Reschio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *