Friccò all’eugubina E’ un piatto tipico della tradizione di Gubbio, che di solito viene messo in tavola come secondo piatto durante il pranzo di Natale

FriccòSi tratta di una preparazione di carne o misto di carni cotte in tegame di coccio, tipico di Gubbio. La carne che si può usare è varia: pollo, coniglio, anatra, agnello, tacchino, faraona, manzo. Si serve con la crescia cotta sul panaro o con la torta al Testo.

Ingredienti
1,5 kg di carne mista: coniglio, pollo, agnello, 4 costine di maiale, aglio, una fetta di guanciale (se si vuole), vino bianco secco, brodo, 3 rametti di rosmarino, olio extra vergine di oliva, 400 gr. di pomodorini, sale e pepe.

Preparazione
Rosolare la carne in padella con olio, guanciale, rosmarino, aglio e peperoncino. Quando è ben rosolata bagnarla con vino bianco e salare, fate cuocere a fuoco vivo per 30 minuti circa, bagnando di tanto in tanto con il brodo. A questo punto si possono unire dei pomodori tagliati e portare il tutto a cottura.

Una variante può essere rosolare la carne con olio, aggiungere del brodo e unire a cottura una salsa alla cacciatora preparata con aglio, rosmarino e 1 acciuga, ½ bicchiere di aceto e ½ bicchiere di vino bianco, far evaporare e unire la salsa di pomodoro.

La carne va marinata con vino bianco e con poco aceto (per 1,5 kg di carne, 2 dl di vino bianco e 50 ml di aceto), con gli aromi (rosmarino e aglio, volendo anche salvia e peperoncino) che vanno aggiunti alla marinatura oppure direttamente in cottura. La carne viene poi rosolata in olio e si procede con la cottura a fuoco basso, aggiungendo quindi la marinatura e se occorre poco brodo per portare a cottura.

Friccò eugubina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *