Umbria Film Festival 22° edizione Si tiene a Montone dal 4 all'8 luglio la ventiduesima edizione dell’Umbria Film Festival, organizzato dall'Associazione Umbria Film Festival

Umbria Film Festival 22° edizione Si tiene a Montone dal 4 all'8 luglio la ventiduesima edizione dell’Umbria Film Festival, organizzato dall'Associazione Umbria Film Festival

MONTONE (PG) – Si tiene a Montone dal 4 all’8 luglio 2018 la ventiduesima edizione dell’Umbria Film Festival, organizzato dall’Associazione Umbria Film Festival, diretta da Chiara Montagnini e con la direzione artistica di Vanessa Strizzi, la direzione organizzativa di Marisa Berna e la presidenza onoraria di Terry Gilliam. Il borgo di Montone sarà al centro delle proiezioni che animeranno Piazza Fortebraccio: dalle anteprime di cortometraggi internazionali, alle attese proiezioni di lungometraggi, per arrivare ai cortometraggi per bambini e quelli realizzati da videomaker umbri, per la sezione del concorso Umbriametraggi. Tra gli ospiti attesi a Montone, il regista americano Terry Gilliam, di ritorno da Cannes dove ha presentato il travagliato film su Don Chisciotte e che a Montone presenta un evento per raccontare il seguito del libro autobiografico Gilliamesque – Un’autobiografia pre-postuma, edito da Edizioni Sur. Altro evento di spicco, lo spettacolo Oh That Chaplin, di e con Lello Arena, con musica dal vivo, piano e violoncello, scritto a partire da alcune lettere del grande attore inglese.

Variegata e originale la proposta dei lungometraggi presentati, tra cui l’irlandese The Drummer and the keeper, opera prima di Nick Kelly con Niamh Algar, Andrew Carroll, Peter Coonan. E’ la storia di Gabriel, batterista indie in depressione, cui viene prescritto, in maniera poco convenzionale, di distrarsi con il calcio la domenica. Restio a seguire il consiglio, Gabriel cambia idea dopo aver incontrato Christopher, un portiere adolescente che viene ostracizzato dalla sua stessa famiglia a causa della sindrome di Asperger di cui soffre. La conoscenza cambierà significativamente la vita del protagonista. Altro lungometraggio proiettato, l’austriaco Mademoiselle Paradis, diretto da Barbara Albert e con Thomas Anton, Attila Beke, Maria-Victoria Dragus. Ambientato nella Vienna di fine Settecento, racconta di una giovane pianista non vedente dotata di un talento straordinario. Dopo tanti fallimenti di cure per farle tornare la vista, i genitori si rivolgono a Franz Anton Mesmer, “medico dei miracoli”, il cui trattamento sembra avere un successo quasi immediato, ma…

Il festival consegnerà quindi un Premio alla migliore opera prima o seconda. Da sempre molto attento alle trasformazioni sociali e alle opportunità connesse al multiculturalismo, l’Umbria Film Festival organizza, come di consueto da dodici anni, una tavola rotonda sui migranti.

FONTE: REGGI&SPIZZICHINO Communication

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.