Site icon Tesori dell’Umbria

Uno straordinario ed emozionante Uto Ughi si è esibito ieri a Perugia

AB008763-cop

AB008763-inPERUGIA – Dopo l’annunciato tutto esaurito a poche ore dall’apertura delle prenotazioni, ieri sera, domenica 12 giugno, è arrivato anche un applauso scrosciante nella meravigliosa Basilica di San Pietro di Perugia per il grande violinista Uto Ughi, accompagnato dall’orchestra I Filarmonici di Roma.

Organizzato nell’ambito del progetto Omaggio all’Umbria, il concerto – che ha avuto il patrocinio di Ministero della Cultura, Regione dell’Umbria, Camera di Commercio dell’Umbria, Comune di Perugia, Università per Stranieri di Perugia e l’Unicef Italia, di cui il progetto è testimonial – è stato il secondo appuntamento di un ricco programma che la Fondazione Perugia sta condividendo con la propria comunità per celebrare il traguardo dei suoi primi 30 anni di vita. Traguardo che, con lo sguardo rivolto al futuro, ha portato l’Ente perugino ad assumere una nuova identità, trasformandosi da Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia a Fondazione Perugia.

Il Maestro Uto Ughi ha trovato nell’imponente complesso benedettino, antica Cattedrale della città, l’accoglienza di un pubblico caloroso e attento, capace di apprezzare musiche di Gioacchino Rossini, Wolfgang A. Mozart, Camille Saint Sans e Pablo de Sarasate attraverso un’esecuzione artistica di altissimo livello e allo stesso tempo emozionante e coinvolgente.

Dopo aver ringraziato Uto Ughi, la Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia per aver ospitato il concerto, i rappresentanti degli Organi della Fondazione, le autorità e tutti i presenti, la Presidente Cristina Colaiacovo ha ricordato la collaborazione consolidata negli anni con il progetto Omaggio all’Umbria e con il suo direttore artistico Laura Musella, grazie alla quale è stato possibile organizzare eventi in tutto il territorio con la presenza di numerosi artisti di fama internazionale.

Andando indietro nel tempo si possono ricordare il Concerto di Natale 2021 con il violinista Alessandro Quarta accompagnato dall’orchestra I Filarmonici di Roma e il pianista Giuseppe Magagnino; i quattro concerti sotto l’albero di Gubbio con Zubin Mehta e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino; Lorin Maazel e l’Orchestra Arturo Toscanini; l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Tomas Netopil e la voce del soprano Mariella Devia; la Compagnia Royal Concertgebouw Orchestra.

Sempre nell’ambito del progetto Omaggio all’Umbria sono stati poi realizzati il Concerto per la Pace tenuto nel 2015 nella Basilica Superiore di San Francesco di Assisi da Riccardo Muti e l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e l’opera Salomè con la regia di Dario Argento andata in scena nel 2017, sempre nella Basilica Superiore di San Francesco di Assisi.

Indimenticabile il Concerto per i 150 anni dell’Unità d’Italia che ha coinvolto tutte le Fondazioni di origine bancaria dell’Umbria, un evento straordinario che si è tenuto nella Piana Fiorita di Castelluccio di Norcia nel 2011 con Uto Ughi e I Filarmonici di Roma che si sono esibiti di fronte ad oltre seimila persone.

FONTE: Ufficio Stampa Lara Partenzi.

Exit mobile version